Kuwait: proposta del Governo per accollarsi il debito dei cittadini

News investimenti Aggiungi commento

In Kuwait c'è una proposta che fa molto discutere: lo Stato potrebbe accollarsi il debito dei cittadini.Nel Kuwait si guadagna tanto ma si spende anche tanto, e ovviamente molte famiglie (come in occidente) acquistano moltissimo ricorrendo a prestiti di qualunque tipo, arrivando ad indebitarsi fino al collo.

Ma non ci sono problemi! I cittadini di questo luogo del mondo hanno i politici (alcuni) dalla loro parte.
Infatti tra la fine del 2009 e l’inizio del 2010, il Parlamento kuwaitiano ha cercato di creare una particolare legge che nessun altra nazione del mondo aveva mai osato provare a realizzare.
Con 35 voti a favore, 22 contrari e 1 astenuto, si è deciso che il Governo dovrà prima comprare 21,6 miliardi di dollari di credito al consumo delle famiglie (pari a circa 15,8 miliardi di euro), poi dovrà azzerare gli interessi che sono 5,2 miliardi di dollari (pari a circa 3,8 miliardi euro), e infine dovrà dilazionare i pagamenti della somma restante in rate della durata massima di 15 anni.

Il Governo non è stato a guardare e si è opposto al provvedimento perché questo modo di agire (che tra l’altro potrebbe assomigliare un po’ all’italian style) premia chi è si è indebitato oltre le sue possibilità perché convinto che qualcuno prima o poi sarebbe arrivato a salvarlo. Il Governo, quindi, non vuole che i cittadini del Kuwait ricordino questo precedente come un modo per comprare tutto a credito (soprattutto lussuose futilità) tanto poi ce lo stato che arriverà a toglierli dai guai.

L’Emiro non intende accogliere questa legge e il ministro delle Finanze, Mustafa alChamali, ha detto che questa legge è una violazione sull’ordine tecnico, costituzionale, e procedurale.
Il Governo può rigettare la legge ma le procedure del paese arabo sono lunghe e alquanto complicate, quindi è molto probabile che la disputa durerà per parecchio tempo ancora.

Intanto la Banca Centrale del Kuwait ha comunicato che dopo aver fatto alcuni conti è risultato che 1 cittadino su 4 ha usufruito di un credito al consumo, ma la cosa che più preoccupa gli economisti è che la nuova legge potrebbe costare al Tesoro kuwaitiano ben 13 miliardi di dollari (pari a circa 9,5 miliardi euro), oltre al fatto che il popolo del Kuwait sarebbe incoraggiato a fare acquisti senza alcun senso di responsabilità economica.

Fai conoscere questo articolo:


    Lascia un commento

    *

    © Investimentionline.net 2008/2009. Tutti i loghi ed i marchi presenti sul blog appartengono ai rispettivi proprietari.
    Entries RSS Comments RSS