Nuovi investimenti che rovineranno l’Africa

Altro Aggiungi commento

Dopo una fase economica calante durata 3 anni, ritorneranno gli investimenti in Africa a partire dal 2014.

Secondo un rapporto delle Nazione Unite, per il 2011 sono stati investiti all’estero 42,7 miliardi di dollari, leggermente meno rispetto al 2010 quando sono stati investiti 43,1 miliardi di dollari: questo è accaduto a causa della recessione economia e dalle forti rivolte tutt’ora presenti in tutto il Nord Africa.

La zona sub-sahariana è andata, invece, in controtendenza, dato che nel 2011 ha avuto investimenti per 36,7 miliardi, ovvero il 25% in più rispetto al 2010, e vicino al raggiungimento del massimo storico raggiunto nel 2008 (37,3 miliardi).

Investimenti che rovineranno ancora di più l'Africa Le Nazioni Unite stimano che il 2012 si chiuderà con un investimento totale verso l’Africa compreso tra i 55 e i 65 miliardi di dollari, fino a raggiungere un totale compreso tra 75 e 100 miliardi di dollari a fine 2014.

Gli investitori sono incentivati, sottolinea l’Onu, dalla maggiore crescita economica delle nazioni africane, dall’aumento dei prezzi delle materie prime, dalle riforme, dalla formazione di una nuova classe politica e sociale sempre più consistente.

Ghana, Mozambico e Nigeria avranno i maggiori investimenti a causa della disponibilità di petrolio e gas, anche se questo significherà nuovamente impoverire gli abitanti locali e inquinare irrimediabilmente il territorio.

Nel 2011 l’economia nigeriana ha attratto nove miliardi di dollari dall’estero, più di un quinto del totale continentale.

Fai conoscere questo articolo:


    Lascia un commento

    © Investimentionline.net 2008/2009. Tutti i loghi ed i marchi presenti sul blog appartengono ai rispettivi proprietari.
    Entries RSS Comments RSS