Investire nel mercato forex: la leva finanziaria

Forex Aggiungi commento

Quando si desidera investire nel mercato forex bisogna tenere bene in mente il concetto, non da tutti molto compreso, della leva finanziaria. La leva finanziaria è sostanzialmente un moltiplicatore, ossia, moltiplica per un certo numero sia i profitti sia le perdite derivanti dall’attività di trading.

In sostanza il broker non regala soldi, semplicemente consente di entrare a mercato per un valore più alto rispetto al capitale posseduto, questo accade mettendo come margine il capitale che abbiamo depositato sulla piattaforma di trading.

Il capitale a margine è la garanzia del broker, appena infatti giungi ad una perdita pari al tuo capitale depositato vi è la cosiddetta: chiamata a margine. Sostanzialmente la posizione viene automaticamente chiusa e si perde la totalità di ciò che si è investito e depositato sulla piattaforma di trading.

Aspetti negativi e positivi della leva finanziaria

La leva finanziaria ha sia degli aspetti negativi sia degli aspetti positivi, bisogna guardarla dalla gusta prospettiva e capire se vale o meno la pena usare una certa leva. Solitamente i broker mettono a disposizione una leva che va da 1:50 ad 1:400, più è bassa la leva e meno rischioso diventa l’investimento.

Se ad esempio investiamo 1.000€ con una leva 1:100 andremo a mercato con ben 100.000€ ed ogni pips varrà 10$ nel tasso di cambio euro/dollaro. Il valore del pips dipende dalla leva finanziaria, perciò più è alta la leva più valore ha ogni singolo pips. Il valore del pips può generare sia guadagni sia perdite, un incremento di 10 pips ad esempio, con una leva 1:100 ed un investimento di 1.000€, equivale ad un guadagno di 100$, ne segue che una diminuzione di 10 pips rappresenta una perdita di 100$.

Un incremento di 100 pips equivale ad un guadagno del 100%, mentre una variazione in negativo di 100 pips rappresenta la chiamata a margine.

La leva finanziaria è perciò uno strumento che deve essere utilizzato razionalmente, tendendo conto sia dei rischi sia dei benefici. Possono essere utilizzate leve più alte in circostanze in cui il movimento da sfruttare è breve e repentino, invece conviene utilizzare leve più basse quando apriamo una posizione seguendo una tendenza.

 

Articolo scritto in collaborazione con recensioniforex.com

Fai conoscere questo articolo:


    Lascia un commento

    © Investimentionline.net 2008/2009. Tutti i loghi ed i marchi presenti sul blog appartengono ai rispettivi proprietari.
    Entries RSS Comments RSS