Investire in pannelli solari per l’acqua calda: il guadagno è garantito

Investimenti a lungo termine Aggiungi commento

Investire i propri soldi nella finanza (azioni, borsa, forex, ecc.) potrebbe essere un sistema che, al momento, molti italiani preferiscono non fare.
La situazione economica mondiale non è stabile, ed è difficile capire come stanno davvero le cose attraverso i normali TG e giornali che, certamente, sono i primi ad essere pilotati dal “potere”.

Se siete tra quelli che non accettano di dare i propri soldi alle banche e vederseli restituire con una percentuale misera, potreste valutare seriamente di investire sull’energia del sole facendo installare un pannello solare per l’acqua calda.

Sappiamo tutti che i pannelli solari fanno risparmiare parecchi soldi, ma in quanti euro è quantificabile questo risparmio?
Ci sono diversi sistemi per calcolare quant’è il risparmio annuo, e in questo articolo vi illustriamo quello adottato dall’AEEG (Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas) che ha creato un apposito file Excel adatto a qualunque zona d’Italia.

Oltre ai fattori che elenchiamo di seguito, andranno valutati il costo dell’impianto e il periodo di ammortamento rispetto al risparmio che andrete ad ottenere.

SOLE
Investire i propri risparmi in acqua L’irraggiamento solare è ovviamente diverso a seconda che ci troviamo in Lombardia piuttosto che in Sicilia. Per questo è stato diviso in 5 fasce a seconda di dove sono situate le province (ad es. Milano è in fascia 1, e Agrigento in fascia 5).

RSL ed RL
Si tratta del Risparmio Specifico Lordo, ed indica quanto risparmio può dare un metro quadrato di pannello solare a seconda del sistema di riscaldamento che si sta utilizzando in questo momento in casa propria (boiler, gas, gasolio) e del tipo di pannello installato (con collettori piani oppure sottovuoto). Anche in questo caso si deve prendere come riferimento iniziale la fascia d’appartenenza.
Una volta preso il dato dell’RSL si dovrà ottenere l’RL (Risparmio Lordo) moltiplicando semplicemente il valore per i metri quadri di pannelli solari che si intendono installare.
Trovate la tabella RSL nella seconda pagina del file Excel.

DATI DA INSERIRE NEL FILE EXCEL
Come già anticipato, con questo semplice file potrete calcolare velocemente il metri quadri di pannelli solari di cui avrete bisogno a seconda del risparmio che vorrete ottenere. L’ideale sarebbe arrivare a coprire il 100% (o oltre) del fabbisogno di tutta la famiglia, anche perché bisogna considerare che ad agosto ci sarà un esubero di acqua calda ma anche un maggiore consumo, mentre a gennaio le cose tenderanno ad invertirsi.

Nel file bisogna inserire:
– provincia di residenza, in questo modo comparirà direttamente la fascia d’appartenenza;
– superficie dei pannelli solari che si intenderebbe installare;
– tipo di collettori, piani (P) o sottovuoto (S);
– impianto integrato/sostituito, boiler elettrico (E) oppure caldaia a gas (G);
– numero di utenti, ovvero il numero di componenti che compongono il nucleo famigliare.

I parametri 2 e 3 possono essere variati fino a raggiungere il risparmio e/o la copertura del fabbisogno che si intendono ottenere.

Se volete costruire da soli il vostro pannello solare con pochissima spesa, ecco un progetto per la costruzione di un pannello solare usando il vetro di una vecchia Panda.

Fai conoscere questo articolo:


    Lascia un commento

    © Investimentionline.net 2008/2009. Tutti i loghi ed i marchi presenti sul blog appartengono ai rispettivi proprietari.
    Entries RSS Comments RSS