Mercato immobiliare: le vendite dovrebbero migliorare da fine 2010

Altro Aggiungi commento

La crisi immobiliare dovrebbe incominciare a calare verso la fine del 2010Nel nostro paese ci si interroga ancora su quale sarà il futuro del mercato immobiliare.
Le previsioni d’inizio anno dicevano che, come per Gran Bretagna, Spagna e Stati Uniti, anche l’Italia avrebbe subìto un drastico crollo dei prezzi delle abitazioni.

Nei paesi citati, infatti, c’è stato un abbattimento delle quotazioni piuttosto consistente ma, al momento, nel nostro paese sembra stabilizzarsi sia per quel che riguarda il livello di vendite che per quel che riguarda le quotazioni delle case.

Ovviamente queste osservazioni provengono dagli esperti del settore come, per esempio, Fabiana Megliola della Tecnocasa la quale ha previsto che per il corrente anno le vendite di case dovrebbero attestarsi intorno alle seicentomila unità e che il calo dei prezzi rispetto all’anno precedente dovrebbe non superare cifre che vanno dall’1 al 3%.
Queste previsioni ovviamente sono semplicemente basate sull’andamento generale del mercato nell’ultimo semestre del 2009, durante il quale il ribasso dei prezzi è andato via via diminuendo fino ad arrestarsi quasi completamente negli ultimi mesi dell’anno.

Da questo andamento è scaturito l’ottimismo con il quale gli esperti del settore guardano al mercato immobiliare per il 2010 che avrà probabilmente un lieve aumento del fatturato con quotazioni in discesa, ma solo nei primi mesi.
Come sostiene Alessandro Ghisolfi, direttore di Ubh, sarà possibile vedere e godere degli effetti di una vera e propria ripresa del settore solo nel giugno del 2010 quando le fluttuazioni del mercato si saranno stabilizzate.
Perché ciò avvenga, comunque, è necessario che i proprietari di immobili che intendano vendere, accettino il fatto che i prezzi si siano stabilizzati su cifre lievemente inferiori rispetto agli anni precedenti.

Ovviamente queste previsioni ottimistiche per il mercato immobiliare italiano nell’anno 2010 sono strettamente connesse alla situazione economica generale del paese, e quindi al livello occupazionale e all’andamento dell’inflazione.

Sicuramente un dato favorevole per il mercato viene dal rientro dei capitali depositati all’estero dovuto allo scudo fiscale. Le previsioni fanno pensare infatti che buona parte di questi capitali verranno investiti proprio nel mercato immobiliare.

Un clima di ottimismo si respira anche tra gli agenti immobiliari italiani, come viene fuori da alcune interviste rivolte a circa 900 di loro da parte di Tecnoborsa-Bankitalia. Solo il 12% di loro infatti si è dichiarato pessimista rispetto ad un miglioramento del mercato, mentre il 66% di loro è decisamente più ottimista.
Un altro indicatore abbastanza oggettivo dell’andamento del mercato immobiliare può essere considerato il tempo impiegato nell’ultimare la vendita di un immobile da parte di un’agenzia del settore. E sia per Tecnocasa che per Toscano si è registrata una lieve velocizzazione nella vendita degli immobili, segno da interpretare positivamente rispetto alla ripresa definitiva del settore.

Fai conoscere questo articolo:


    Lascia un commento

    © Investimentionline.net 2008/2009. Tutti i loghi ed i marchi presenti sul blog appartengono ai rispettivi proprietari.
    Entries RSS Comments RSS