Obbligo di avere energia da fonti rinnovabili nelle nuove costruzioni

Altro Aggiungi commento

Il 31 maggio 2012 sono entrati in vigore gli obblighi previsti dal Decreto Legislativo n.28/2011 (definito “Decreto Romani”) che obbliga tutti i costruttori di nuove case, oppure i proprietari che ristrutturano in maniera massiccia una vecchia abitazione, ad usare sistemi che utilizzino energia pulita per sopperire ai bisogni di casa.

Il Decreto ha imposto che da qui al 2017 si dovrà pian piano passare ad un contributo crescente che dovrà arrivare al 50% totale per l’energia spesa per riscaldare e raffreddare la casa.
Per ora, però, la percentuale minima che dovrà essere soddisfatta entro il 31 dicembre 2013 è del 20%.

Energia da fonti rinnovabili obbligatoria in casaNel Decreto si parla anche del consumo per il riscaldamento dell’acqua sanitaria: in questo caso si tratta del 50% che dovrà provenire da fonti rinnovabili (in pratica da pannelli solari).

Tutto questo sarà necessario per recepire la normativa europea in fatto di efficienza energetica degli edifici.

Per ora l’obbligo riguarderà:

  • tutti gli edifici di nuova costruzione di qualunque tipo e destinazione d’uso;
  • gli immobili già esistenti con superficie utile superiore a 1.000 metri quadrati sottoposti a ristrutturazione integrale;
  • tutti gli immobili soggetti a demolizione e ricostruzione.

Forse questo sarà l’unico modo per incominciare a far rispettare la leggere riguardo la certificazione sul consumo energetico di una casa, e di avere sempre allegato alla documentazione della casa il famoso libretto di risparmio energetico.

Fai conoscere questo articolo:


    Lascia un commento

    © Investimentionline.net 2008/2009. Tutti i loghi ed i marchi presenti sul blog appartengono ai rispettivi proprietari.
    Entries RSS Comments RSS