Opzione mutuo 100%

Mutui Aggiungi commento

Solitamente quando si richiede del denaro in prestito ad un istituto di credito, nella forma di mutuo per la casa o per un immobile destinato ad un qualsiasi uso, si richiede una somma che ammonti all’80% della cifra necessaria: si tratta del limite massimo stabilito per ogni operazione di credito fondiario, concetto al quale in finanza ci si riferisce con l’acronimo inglese LTV (loan to value). Di conseguenza è necessario suddividere il pagamento che andremo ad effettuare: il mutuo rateizzato alla banca e, all’avvio della transazione, il restante 20% in un’unica soluzione.

Quando parliamo di cifre così importanti però anche il 20% può diventare un capitale eccessivo; specialmente per le giovani coppie e per le famiglie che non riescono ad arrivare all’ ammontare totale del valore dell’immobile, in questi casi è consigliabile quindi la scelta del mutuo prima casa 100% .

Ma cos’è e come si ottiene un mutuo prima casa al 100 per cento?

Per queste categorie dalla liquidità limitata nel breve periodo, il Mutuo 100% aumenta l’ammontare imprestatoci dalla banca sino a coprire l’intera somma, evitando appunto di dover metter da parte un così vasto capitale iniziale. E’ possibile calcolare il preventivo per il vostro mutuo consultando il portale online Mutui.com.

Assieme a questo fondamentale vantaggio, però, il Mutuo 100% presenta anche dei lati negativi: anzitutto necessita di garanzie aggiuntive. Ad esempio è obbligatoria una polizza assicurativa fideiussoria per coprire il 20% aggiuntivo; si tratta di un’imposizione fatta alle banche dalla stessa Banca d’Italia (delibera CICR del 22/04/1995). Inoltre sarà richiesto un doppio reddito familiare, ed avrà una parte anche la tipologia dell’impiego stesso.

I costi di questa polizza, per decisione del singolo istituto creditizio, potranno esser dovuti dal mutuatario al momento della stipula, oppure presi in carico dall’istituto stesso ed addebitati in seguito sul mutuatario. Inoltre la banca stessa aumenterà il tasso d’interesse, sia esso di tipo fisso o variabile (dallo 0,20 allo 0,50% in più rispetto al tasso originario, solitamente), oppure richiederà il pagamento anticipato dell’intero premio.

Fai conoscere questo articolo:


    Lascia un commento

    © Investimentionline.net 2008/2009. Tutti i loghi ed i marchi presenti sul blog appartengono ai rispettivi proprietari.
    Entries RSS Comments RSS